Il Calmo Dimorare

Con l’innata eleganza e chiarezza che contraddistingue il suo lavoro nel Druidismo Italiano, Bran ci accompagna  in una riflessione sulla filosofia e la pratica del Druidismo, affinché il nostro cammino non sia solo studio intellettuale o sola pratica, ma un armonico amalgamarsi di queste due componenti. Temi come l’abbandono dei giochi dell’ego, il ritagliarsi momenti per aprirci al flusso dell’infinita bellezza della Creazione e il costante lavoro per la ricerca dell’equilibrio, sono tematiche importanti e sempre attuali.

Con l’augurio che questa lettura vi spinga a immergere la vostra mente nello studio della tradizione e le vostre mani nelle verde e sacra Madre Terra.

Aeothin /|\

vv
Bran il Benedetto – Immagine dal web

La spiritualità, la filosofia del Druidismo, l’ approccio con la Natura, ci illustrano i metodi per ottenere la piena comunione con la Sacralità che permea l’universo intero, permettendoci di riscoprirla dentro di noi quale fiamma perennemente accesa che arde al centro della nostra essenza più intima.

La pratica, lo studio dei miti e delle saghe, gli insegnamenti in generale e la meditazione fanno si che una persona realmente motivata non pratichi il Druidismo ma divenga essa stessa un Druido.

Alla ricerca del risveglio della nostra mente partecipano due fattori fondamentali che devono necessariamente andare di pari passo. Studio intellettuale e pratica devono procedere assieme seguendo una linea armonica, priva di interruzioni. Dovremmo diventare sia filosofi che praticanti. Le nostre teste sono piegate ed immerse nella lettura di un testo ma le nostre mani devono essere pronte a sporcarsi con la scura terra che ritroviamo nella verde intimità di un qualsiasi bosco. Abbiamo bisogno di chiarezza intellettuale applicata all’ esperienza della vita quotidiana. Questi due aspetti si devono sviluppare contemporaneamente.

In sanscrito, Shamata significa “calmo dimorare”, in poche parole uno stato elevato della mente diverso dal sentire ordinario. Credo che questo termine si possa ben applicare anche al Druidismo, senza necessariamente doverlo considerare come una forma di contaminazione. Molte persone che si accostano al “Sentiero Verde” provengono da ambiti spirituali diversi e portano con loro un bagaglio esperienziale che, di conseguenza, riverseranno nella loro pratica giornaliera. Credo non ci sia nulla di male in tutto questo, anzi, sono certo che, se ben contestualizzate, alcune nozioni possano sposarsi bene con il concetto di un moderno ed attuale Druidismo.

Tornando in tema. Tutti noi, nella nostra vita abbiamo sperimentato uno certo grado di concentrazione e stabilità mentale. Questo accade sovente quando, per fare un esempio, ci perdiamo nell’ osservare il movimento delle nuvole, il volo di una farfalla o quando siamo rapiti dal rumore di un torrente. In questi casi, come in altri, la nostra mente si placca e noi diventiamo tutt’uno con ciò che osserviamo o sentiamo. E’ capitato a tutti credo, vero?

Questa qualità può essere sviluppata fino a tramutarsi in quel ” calmo dimorare” del quale scrivevo sopra. Applicando la pratica e lo studio intellettuale e filosofico ( assieme ) possiamo sviluppare una profonda stabilità mentale, liberandoci nel contempo, dalle abituali distrazioni che inquinano e disperdono la nostra energia mentale e fisica.

Quando avremo sviluppato entrambe queste qualità; la stabilità mentale che proviene dalla pratica e la chiarezza mentale, conseguente allo studio filosofico, potremmo applicarle nella nostra vita per dirigere la nostra mente e le nostre motivazioni verso un più altro ideale, soprattutto verso quegli aspetti legati alla compassione e alla saggezza che dovrebbero essere i cardini sui quali poggia un qualsiasi sentiero spirituale degno di essere chiamato tale.

Giungere a questo traguardo o punto di partenza,  questo dipende di punti di vista, non è semplicissimo, ammettiamolo pure.  Per riuscirci però è necessario innanzitutto riuscire ad interrompere , a troncare la catena di proiezioni prodotte dalla nostra mente inquieta. Questo significa, tentare di fermare i pensieri ordinari ma, e questa è forse la cosa più difficile, dobbiamo riuscire anche a “staccarci” dal ruolo che stiamo ricoprendo.

Paradossalmente, nel momento della contemplazione profonda, del calmo dimorare, anche l’ analisi del nostro sentiero spirituale diventa un ostacolo. Dobbiamo necessariamente imparare a lasciarci fluire ” mollando la presa”  del nostro Io, creando in tal modo spazio e apertura mentale. Gran parte dei nostri problemi dipendono da un fatto innegabile. Noi non molliamo mai la presa, non sappiamo lasciare andare il nostro ego, né quello materiale né quello spirituale. Questo è, a mio avviso, il problema.

Ogni esperienza spirituale, ogni momento di piena consapevolezza è privo di un qualsiasi concetto dualistico.  Quando inizieremo a non discriminare tra buono e cattivo, luce e ombra, la nostra verità e la verità altrui, allora e solo allora inizieremo ad apprendere realmente.

Se anche solo per alcuni minuti, ogni giorno, impareremo a fermare la nostra mente, creando dello spazio al suo interno, vivremo in modo più naturale, sentiremo in maniera più profonda il legame che ci lega indissolubilmente alla nostra Sacra Terra, percependo che il sacro è ovunque, in ogni luogo ed in ogni cosa.

Vostro nella Pace della Radura Sacra

Bran /|\

Bosco dei Noccioli – 2016

Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell’autore e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d’autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...