Il Canto della Caillech

ff

Il tempo di Samhain ci conduce in un viaggio verso la sensibilità e l’introspezione dell’essere.Adesso è il momento per lasciar andare, ringraziare ed essere consapevoli della fragilità della vita così come della sua forte resilienza. Samhain è il tempo degli opposti che si sfidano: la Vita e la Morte si affrontano. La Dea Caillech reclama il suo dominio sulla fredda terra…il suo silenzio d‘inverno presto giungerà. Noi riposeremo nel suo cuore interiore cullati dal suo canto. 

Nel Druidismo il tempo della Fine non è rivestito dal mantello del terrore eterno come nelle Religioni monoteistiche. La Morte è compresa nell’abbraccio della compassione e della comprensione dell’impermanenza della nostra stessa condizione umana. La Natura stessa ci insegna che nulla è eterno, che tutto deve prima o poi giungere alla fine per poter rinascere ancora in nuova forma…guidati dalla forza più grande di tutte… l’Amore! Un Canto d’Amore che Lei sussurra ai nostri spiriti in viaggio:

“Temimi e impara ad Amarmi

Disprezzami ma prova ad abbracciarmi

perché io sono questo eterno contrasto

e poi sono… molto altro ancora….

Accettami come la voce della fine

l’ultima nota sussurrata dall’eco della vita.

Io sono il salto, io sono le fede,

l’espressione dell’essenza oltre questo tempo

prima che tutto ritorni…nell’Aria…

Odiami pure ma accarezzami…

perché io sono Colei che dovrai amare ed abbracciare

per intessere d’emozioni le tue azioni

 e farne un Canto in questa vita….

Fai l’amore con me

mentre credi che tutto sia finito…

perché in realtà è solo un nuovo inizio!

Io sono e sarò l’aspetto oscuro della vita

la forza e l’istinto che muove l’andata e il ritorno….

Io sono in te turbamento e rabbia

ma posso essere per te…Pace e Amore

perché  è con l’amore che io nutro la partenza…

e con lo stesso Amore ti accompagno nel tuo Viaggio…

Amami infine con le lacrime

lacrime d’addio, lacrime d’arresa, lacrime di ritrovo…

una sfumatura di Pace e Compassione…

Amami….Affidati….”

 

Vostro nel silenzio della Dea Caillech che canta…

Aeothin /|\

© Bosco dei Noccioli 2015

Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell’autore e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d’autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Annunci

Un pensiero su “Il Canto della Caillech

  1. L’ha ribloggato su • il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBODe ha commentato:

    Il gelido vento appena giunto e le piogge intense di questi giorni d’autunno hanno risvegliato la consapevolezza dell’ arrivo della Cailleach, la Dea nota nella mitologia irlandese come la Vecchia Donna e in Scozia come Beira Regina d’Inverno. Cailleach è una divinità creatrice e distruttrice che governa la stagione invernale dal 1 novembre al 1 maggio. Samhain è sempre più vicino e il suo canto di saggezza riecheggia nell’aria vibrante del potere della fine e dell’inizio del nuovo ciclo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...