Felice Equinozio di Primavera

Tre cose sono sempre in crescita:
la Luce del fuoco, l’intelligenza della verità, l’esistenza stessa della vita.

-Antica Triade Gallese-

f

Che questo equinozio ci doni ciò di cui abbiamo bisogno per continuare e ristabilire l’equilibrio e la giustizia dentro di noi; donando noi stessi, l’umanità e l’amore che vive all’interno dei nostri cuori al mondo intero. Così sia…

Nell’Equilibrio del tempo di Alban Eilir… Felice Equinozio di Primavera!

Clan del Nocciolo

Annunci

Equinozio di Primavera 2019 – Tornare a respirare

Il 20 Marzo alle ore 23:00  italiane, il Sole entrerà nel segno dell’Ariete. Forse non ce ne renderemo conto ma per un attimo saremo in mezzo a due forze, forza giorno e forza notte. E per sentire meglio quell’esatto momento potremmo prepararci a trattenere il fiato per un attimo e concepire quell’attimo come inizio del tutto.

Spring Light. by Amanda Clark 2010
Spring Light. by Amanda Clark 2010

Un nuovo ciclo astrologico avrà inizio, e in quell’esatto momento scandito dall’incrocio tra l’equatore terrestre e il percorso apparente del Sole intorno alla Terra, avverrà l’Equinozio di Primavera, Alban Eilir nella tradizione druidica. Equilibrio perfetto tra ore di luce e ore di buio, armonia perfetta che la natura ci insegna a portare nella nostra vita.  La forza prorompente arietina ci ricorda di riprendere a respirare, ci parla di un nuovo risveglio come una nuova ri-nascita interiore e personale. Il Sole entrato nel primo segno di fuoco dello zodiaco, porta calore e rinvigorisce la carica energetica

astro_2at_alban_eilir_2019.75172.18262
il Cielo del 20 Marzo alle ore 23:00

dell’Ariete nella quarta casa, settore in cui al momento dell’equinozio si trova ad essere. Una posizione che ci chiede di tornare a nutrire le radici, i valori della famiglia e tutto ciò che ci lega al passato, gli insegnamenti e le tradizioni che inevitabilmente sono parte di noi e del nostro vissuto personale. Non a caso il Cielo parla in modo evidente: quasi tutto il tema equinoziale si sviluppa nel semicerchio inferiore, imput a trasferirci nelle nostre interiorità e a guardarci dentro. Potrebbe volerci spronare a capirci di più, ad individuare le nostre vere necessità soprattutto emozionali per migliorare ciò che siamo, per guarire eventuali ferite che ci portiamo dentro dal passato, o ferite inconsce che fanno parte della nostra anima da retaggi di vite passate (congiunzione con Chirone), in attesa di volgere attraverso il nostro cammino in questa vita, verso quella che è la nostra missione in questa stessa vita.

Il trigono che il Sole vive con il Nodo Lunare Nord nei giorni vicini all’equinozio, ci parla di passato ma anche di futuro, quel futuro che si espande di fronte a noi una volta abbattute le nostre resistenze e tutte quelle situazioni di Karma che continuiamo a portarci dietro affinchè possiamo vivere la nostra personale evoluzione. Evoluzione che deve necessariamente passare attraverso le insidie e le sfide che quotidianamente la nostra persona si trova a vivere e superare. Ogni tensione ci mette alla prova, ma ci insegna inevitabilmente che possiamo avere la forza e la capacità di superare le difficoltà.

La forza di fuoco dell’Ariete carica in misura esponenziale questa energia e di riflesso, anche noi possiamo trovare questa forza. Dove? Dentro di noi, dentro i nostri respiri, dentro i nostri ricordi, dentro tutte le cose belle che ci hanno fatto arrivare fino a dove siamo arrivati adesso, dentro agli ideali che portiamo avanti e alla nostra voglia di metterci in gioco.

La frustrazione o l’eventuale senso di incapacità o insoddisfazione che possiamo avvertire nel muoverci a concepire questo senso di risveglio e di rinascita interiore, potrebbe arrivare dalla quadratura che il Sole subisce da Giove. Ogni aspetto di tensione, una quadratura in questo caso, che si presenta tra due pianeti crea una sfida che in parallelo possiamo percepire anche dentro di noi. Magari ciò che queste forze in contrasto ci vogliono suggerire è di cercare di fare il nostro percorso passo passo, senza eccessi e senza mettere troppe cose in pentola. Giove potrebbe darci quell’imput di esagerazione che in realtà potrebbe risultare poco opportuno per un lavoro come quello di cui abbiamo parlato sopra.

In qualche modo quindi in questo equinozio si parla di risveglio, di riconnessione alle nostre radici e tradizioni per trovare la cura più giusta e portare guarigione a noi stessi e di conseguenza a chi ci sta intorno. Questo potrà essere fatto a piccoli passi senza eccedere con l’energia espansiva gioviana e l’irruenza tipica dell’energia fuoco dell’Ariete.

Spring equinox 2019Dopo pochissime ore dall’equinozio avverrà anche il fenomeno di Luna Piena ( 21 Marzo ore 02:43). Un momento energizzato perciò anche da una forte predominante emotiva ed emozionale. La presenza delle forze lunari nel segno della Bilancia non fanno altro che rafforzare il concetto dello stare bene con noi stessi per poter stare bene con gli altri. La Bilancia è il segno che occupa lo spazio diametralmente opposto all’Ariete. Questo è indicatore del fatto che se l’Ariete come energia ci parla di un bisogno disperato di “essere“, di comunicare “io sono“, “io esisto“, e quindi manifestare se stesso come unico e inimitale, la Bilancia ci parla di “altri“, ci parla di “relazione“, ci racconta di come dobbiamo entrare in rapporto con gli altri, ma soprattutto del fatto che è necessario relazionarsi agli altri con la giusta armonia. Il plenilunio esalta questo concetto e tutto si sta muovendo per farci capire che se vogliamo, possiamo costruire il nostro lavoro personale, farlo passo dopo passo affinchè la bellezza della nostra unicità sia fonte di guarigione prima di tutto per noi stessi e di conseguenza anche per chi ci sta intorno.

Un esempio di perfetta armonia in un tempo di equilibrio equinoziale.

Buona Primavera a Tutti

Vostro, nella Via delle Stelle

Massimo /|\