L’interiorità del Servizio: la via del Druido

Per me il Druidismo è vivere “una vita al servizio”. 

sal
Immagine dal web

Molte persone confondono l’essere al servizio con l’essere asserviti: ovvero essere sotto qualcuno in una posizione più bassa. Per me il servizio non ha nulla a che fare con tutto questo, ma è tutto ciò che a che fare con l’utilizzare le proprie abilità, il proprio ingegno ed intelligenza per il beneficio del mondo attorno a noi. Questo rapporto con il mondo è al centro del cuore del druido, e questo tipo di servizio druidico richiede una buona relazione con il nostro ambiente circostante. Dovremmo essere ispirati da ideali di uguaglianza, dall’equilibrio del dare e dell’avere al fine di mantenere un rapporto naturale. Coloro che sono su un cammino di crescita spirituale lavorano per servire la Vita: l’ecosistema, la comunità, le famiglie, gli Antenati, il Divino e il pianeta intero.

Anni fà mi fu detto che “Il nostro lavoro come Druidi, non è solo per noi stessi”. Su questa frase ho avuto bisogno di tempo per rifletterci e varie esperienze per giungere a contattare la sua profonda saggezza. Per lavorare al servizio abbiamo bisogno di un cuore aperto, di senso del dovere, di disciplina e di un Ego scevro da ambizioni di potere personali.

Da tempo ho scelto una via spirituale più ritirata dai grandi eventi, i grandi progetti e le grandi folle. Dopo molto tempo passato “al pubblico”, ho avuto bisogno di ritirarmi nel mio Bosco dei Noccioli, per poter servire prima di tutto me stesso. In questo tempo di silenzio, lontano da un panorama italiano abbastanza centrato sul farsi la guerra per primeggiare e sui giochi di potere, ho appreso dove realmente posso essere di servizio, dove risiedono le mie capacità e i miei talenti per poterli usare al meglio nel servire e vivere la mia verità senza danneggiare la mia integrità.

Sopra ogni altra cosa mi è stato ricordato costantemente di vivere la mia verità.

Prendere le distanze da molte situazioni e persone si è rivelata una buona scelta che mi ha portato ad entrare in contatto ancora di più con l’interiorità del Servizio della Via Druidica (quasi una bella contraddizione!). Nel mezzo di molti eventi caotici, mi sono fermato per guardarmi attorno, per ricordarmi di vedere la bellezza in tutto il mondo nelle piccole e nelle grandi cose, che per un Servizio sano e libero dagli attaccamenti dell’ego occorre mantenere sano il nostro rapporto con noi stessi e per ricordarmi delle reali motivazioni che muovono le azioni. Tempo speso bene e che mi ha portato ad amare ancora di più l’intimità di questa via. 

Come ricercatore spirituale ho scelto di camminare una vita di servizio del servizio stesso. Questo servizio è come la linfa vitale dell’albero. Servire per bilanciare la bellezza che vedo e gli insegnamenti che ricevo dal tutto. Servire per i miei antenati senza il quale non sarei qua oggi. Servire per tutte le belle persone che sono con me nel Bosco dei Noccioli, ma anche quelle lontane che hanno mantenuto vivo il contatto della fiamma che arde nel cuore. 

Ho scelto di Camminare questa strada in perfetta  e piena libertà, una libertà che si può trovare solo quando ci connettiamo con il “tutto” in totale apertura di cuore e di anima. Perché Noi siamo la Natura per tutta l’esistenza.

Aeothin

Bosco dei Noccioli 2017

Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell’autore e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d’autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

I Cristalli come alleati

I Cristalli sono la pura espressione dell’energia che muove tutta la creazione: atomi, molecole, ioni ed elementi che attraverso migliaia di anni, mutamenti geologici, radiazioni e calore, hanno acquisito una struttura geometrica che conserva l’impronta del canto di questa memoria. I Cristalli sono Maestri quindi. Maestri antichi che ancora sussurrano del Canto della Creazione del Pianeta.”

Aeothin

img_20170114_164322_833
Bosco dei Noccioli

Pietre, rocce, sassi, cristalli e gemme preziose sono da sempre state utilizzate da Sciamani, Druidi e Guaritori di tutte le culture del mondo antico, per promuovere salute interiore e fisica nella persona ma anche della Madre Terra stessa. I nostri Antenati Spirituali erano ben consapevoli dell’enorme potere racchiuso nelle pietre.

 

I Cristalli sono i tenitori dell’energia e per questo meditare in un Cerchio di Cristalli permette di aprirsi ad uno scambio vibrazionale di memorie e conoscenze. Significa aprirsi allo Spazio Sacro della Guarigione in tutti gli aspetti del nostro essere: emozionale,fisico, mentale, spirituale e sessuale.

I Cristalli sono degli ottimi alleati lungo il nostro cammino di crescita spirituale, perché entrando in sintonia con un cristallo, questo diventa come uno specchio che riflette la sua luce all’interno di noi stessi, andando così a toccare la nostra coscienza e il nostro spirito interagendo con il nostro campo aurico. Ci allineano ad una forma d’energia perfetta e in stretta risonanza con l’energia curativa e ristorativa della Madre Terra e da questo spazio possiamo lavorare per la nostra guarigione e di quella del pianeta terra.

img_20170205_225252_374
Cerchio di Cristalli per Imbolc 2017 al Bosco dei Noccioli

I Cristalli parlano! Parlano una lingua particolare che può essere udita solo in uno spazio di silenzio e di apertura mentale ed emozionale. L’arte di armonizzarsi, con se stessi e con tutte le forme viventi del pianeta, rappresenta una delle più profonde capacità mentali per sviluppare una connessione intima e spirituale con la Vita. Sviluppiamo così  una comunicazione che viaggia su più livelli che ci permette di sviluppare l’intimità curativa.

Per il Potere della Pietra e della Stella!

Il Bosco dei Noccioli /|\

© Bosco dei Noccioli 2017
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell’autore e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d’autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Là Fheile Bride

“Il serpente uscirà dal buco
Nel bruno Giorno della Sposa
Anche con un metro di neve
Sulla piatta superficie del terreno”

-Antico detto di Imbolc-

La nascente forza vitale nascosta nella festività di Imbolc si può cogliere attraverso il risveglio della natura e dell’uomo stesso ma anche attraverso le tantissime tradizioni che ruotano attorno a questa festa che celebra l’inizio primavera. Imbolc (o anche Oimelc) è img_20170113_074816-2l’antica festa irlandese che cade tradizionalmente il 1º febbraio, nel punto mediano tra il Solstizio d’Inverno e l’Equinozio di Primavera. Il termine Imbolc in irlandese significa “nel grembo”, in riferimento alla gravidanza delle pecore e ai primi segnali della Terra mentre risponde al richiamo del risveglio; ma viene anche chiamato Là Fheile Bride, “Giorno della festa di Brighit”, la Dea che presiede a questa festa. Questa immagine della Dea Madre è una figura molto antica, il cui nome significa: “La brillante“, oppure “l’elevata“. Dea della delle acque e della triplice fiamma, Brighit presiede al fuoco dell’ispirazione poetica, al fuoco del focolare, al fuoco della forgia. Come signora delle Acque curatrici, Brighit è la patrona degli Ovati e dei poteri della guarigione.

Imbolc è Luce, Ispirazione e Rinascita. Tre magiche qualità che questo tempo sprigiona e risveglia dentro di noi e tutto attorno. A Imbolc celebriamo la Luce e il suo valore per noi e per la Madre Terra: le giornate si allungano sempre di più, il calore del sole si fa più forte, il canto della terra riecheggia nei primi segnali del risveglio del potere della natura. E’ tradizione dare il benvenuto a questo tempo attraverso l’accensione di molte luci di candele invocando la Benedizione della Dea Brighit:

«Io sono sotto il mantello
Della generosa Brighit ogni giorno;
Sono sotto il mantello
della generosa Brighit ogni notte.
Sono protetto
Dalla Levatrice di Maria,
Ogni alba e ogni tramonto,
Ogni notte e ogni giorno.
Brighit è la mia compagna,
Brighit è l’ispiratrice delle mie canzoni,
Brighit è la mia aiutante,
è la migliore delle donne, la mia guida fra tutte le donne.»

-Antica preghiera di invocazione a Brighit delle Highlands-

 

L’energia di questo tempo è accesa e trasportata ovunque dal sole in transito nel segno dell’Acquario, segno dell’Aria cosmica governato dal pianeta Urano. L’Acquario rompere con il passato per abbracciare tutto ciò che rappresenta il nuovo e l’innovazione, siano essi idee, progetti o sogni. Ma è anche il segno della solidarietà, dei gruppi, della fratellanza, del godere della propria unicità nella diversità, apprezzando e riconoscendo tutto ciò che la vita ha da offrirci.

Alla luce di tutto questo cosa può significare la celebrazione di questa festa a un livello più profondo? Quale messaggio ci porta la Dea Brighit, attraverso la sua triplice fiamma e le sue acque risananti? 

In quanto patrona del Fuoco della Forgia, Brighit presiede alla trasmutazione, fusione e trasformazione del metallo in oggetti ed utensili. Questo a livello interiore ci indica il grande lavoro alchemico di trasmutazione di noi stessi. Un solenne invito a lavorare sulla nostre emozioni, i nostri attaccamenti, i nostri pensieri in un processo continuo di raffinamento e purificazione. Attraverso questo processo di alchimia interiore noi possiamo guarire e rinnovare la nostra anima per poter procedere lungo il nostro cammino di crescita. Un volta curati e rinnovati nel suo fuoco e nelle sue acque, diviene possibile accedere con maggiore facilità al Sacro Fuoco dell’Ispirazione, l’Awen che ogni Druido ricerca nel suo cammino. Allora sarà possibile essere sempre più consapevoli di nuove vie, opportunità, connessione con il tutto.

Adesso è un buon momento per aprirsi allo spirito del cambiamento e a tutto ciò che questo implica, per accogliere veramente la nuova vita e rinascere nel cuore e nello spirito.

Buona tempo della Luce e felice risveglio a tutti sotto al manto della Dea Brighit.

Aeothin /|\

Bosco dei Noccioli 2017

Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell’autore e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d’autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.